PARQUET BAMBU BAMBOO

PAVIMENTI IN BAMBOO, COMPRALI IN FABBRICA E SPENDI LA META’!

PARQUET CERTIFICATO:

ISO14001ISO9001 E1-hcho co2-neutral WWF Vernici-TreffertVernici-BonaNWFA



Foresta-di-bambu

Chi siamo e come lavoriamo
Siamo specializzati nella vendita del parquet di bamboo, un prodotto che sta rapidamente guadagnando popolarità tra architetti, disegnatori di interni, costruttori e privati come un’eccellente alternativa al tradizionale parquet in legno per le sue qualità di resistenza, bellezza ed eco-compatibilità.
La nostra azienda si occupa dell’importazione dal sud-est asiatico di tale prodotto collaborando a stretto contatto con i vari fornitori attraverso attività di Sourcing (selezione delle migliori aziende produttrici) e di Following (controllo della qualità della materia prima e della sua trasformazione, adeguando il prodotto finito alle richieste ed esigenze del mercato nazionale);
Armony Floor è l’unica azienda italiana ad effettuare un controllo di qualità direttamente dal luogo di produzione. I nostri periti verificano e certificano il corretto processo produttivo:
seguono i fornitori dalla fase di raccolta della materia prima fino all’imbarco del prodotto finito, garantendo un parquet di bamboo impeccabile che rispetta l’ambiente e le rigorose norme europee.
Il nostro punto di forza, infine, è la commercializzazione e vendita diretta, che ci consente di offrire un prodotto di alta qualità a prezzi notevolmente inferiori alla norma; il canale privilegiato per tale attività è la vendita on-line, che rende possibile la distribuzione su tutto il territorio nazionale.

IL PARQUET DI BAMBU
Le strutture del pavimento in legno di Bambù sono 3:
ORIZZONTALE, VERTICALE e STRAND WOVEN (bambù pressato).

La produzione
Il bambù utilizzato come materia prima per il nostro parquet cresce solo in foreste controllate, dove ogni pianta viene catalogata e numerata.
Tali foreste hanno una certificazione che definisce l’insieme dei principi e dei criteri di buona gestione forestale, basati su rigorosi parametri ambientali e sociali, validi in tutto il mondo, atti a tutelare sia l’ambiente naturale sia i lavoratori e le popolazioni locali in modo da garantire uno sviluppo sostenibile.
Una volta che la pianta raggiunge i 4/5 anni viene tagliata; è questo il giusto periodo di taglio del bamboo, fondamentale per ottenere un pavimento resistente e di qualità in quanto piante troppo giovani o troppo mature risultano non essere adatte.
Le piante raccolte vengono successivamente decorticate e ripulite dalla corteccia. A questo punto il bambù verrà tagliato in asticelle che subiranno un processo diverso in base alla tipologia di parquet che dovrà essere ottenuta:
Per realizzare le versioni Orizzontale e Verticale, bisognerà eliminare ulteriormente alcuni millimetri di materiale ed utilizzarne solo la parte centrale per ottenere le asticelle che poi verranno incollate andando a costituire la classica struttura che lascia intravedere il nodo della pianta.
Questa operazione è necessaria in quanto le zone esterne ed interne sono meno adatte al trattamento con colla e finitura; ciononostante, per risparmiare, la maggior parte delle aziende produttrici utilizza l’intero strato di bambù decorticato col rischio concreto che negli anni il parquet possa delaminarsi, perdere la finitura e, nel complesso, essere meno stabile ovvero soggetto a movimenti e deformazioni.

Essicatori-europei-NARDI
Canna-di-bamboo

Il prodotto così ottenuto subirà quindi un processo di asciugatura in appositi forni al fine di superare gli standard qualitativi da noi richiesti. Una volta che sarà stato verificato con cura, sarà posto in un deposito la cui temperatura e umidità sono costantemente monitorate.
Per la versione Strand Woven molte ditte utilizzano gli scarti della lavorazione delle altre 2 tipologie; per realizzare lo “Strand Woven Armonyfloor” utilizziamo solamente la parte alta e nobile della pianta, troppo sottile per la fabbricazione dell’orizzontale e del verticale. Questa parte di pianta viene pressata; Armonyfloor decide la percentuale della mistura tra le piante più chiare e quelle più scure, in modo tale da avere la giusta combinazione nei colori ed ottenere il miglior effetto estetico.
Il materiale viene poi essicato in ambienti ventilati dove viene mantenuta una temperatura costante; tale processo deve durare diverse settimane al fine di garantire un prodotto stabile, ben essiccato e privo di bolle d’aria all’interno.
Terminate le fasi sopra descritte, a prescindere che il listello ottenuto sia Orizzontale, Verticale o Strand Woven, saranno eventualmente effettuati i processi di carbonizzazione e di finitura:
il primo di questi viene realizzato solo nel caso il listello debba ottenere una colorazione scura e consiste nell’esporre il materiale a getti di vapore che lo “carbonizzeranno”,
il secondo processo, effettuato solo per realizzare le versioni finite, consiste nell’applicazione di più strati di finitura al fine di rendere il parquet più resistente ai liquidi ed ai graffi.
Le varie forniture prodotte dovranno passare un ulteriore controllo qualità per poi essere stoccate in ambienti controllati.

La nostra azienda non si limita solo ad importare e rivendere il prodotto, bensì è sempre in contatto con la produzione, tutti i macchinari sono di costruzione europea così come i supervisori della produzione, in tal modo possiamo esaminare tutte le fasi della realizzazione del nostro parquet.
Tutte queste verifiche rappresentano chiaramente un onere per l’azienda però fondamentali al fine di assicurare un prodotto qualitativamente elevato, con listoni perfettamente dritti aventi spessore e larghezza costanti. In tal modo il parquet posato risulterà avere un’uniformità eccellente, un aspetto migliore ed una vita tecnica superiore alla media.
Attualmente il mercato del parquet in bamboo è molto variopinto, sia per quanto riguarda il parquet che i relativi accessori; si trovano prezzi troppo alti in rapporto alla qualità del prodotto offerto,
allo stesso modo si trovano prezzi troppo bassi (inferiori ai limiti del ricarico minimo per mantenere attiva un azienda importatrice), vi sono poi costi di trasporto fuori dalla norma, clausole non chiare, dubbie certificazioni.

Macchinari-europei-HOMAG

Che affidabilità possono dare queste ditte? Come può un cliente destreggiarsi tra tutte queste offerte ed informazioni?

Noi applichiamo un ricarico da importatori offrendo un prezzo molto onesto data la qualità del prodotto che commercializziamo.
Volendo essere più specifici, si possono identificare alcuni fattori che determinano il prezzo di vendita di un prodotto:

– Filiera di distribuzione: Armony Floor importa e commercializza direttamente il parquet; non vi è la classica catena di distribuzione (rivenditori, agenti, ecc. ) che naturalmente apporterebbe un ricarico ad ogni “passaggio” incrementando il prezzo del prodotto. Il cliente acquista direttamente il parquet da noi, quindi l’unico ricarico è il nostro.
– Valore del materiale: Il parquet Armony Floor ha un ottimo rapporto qualità/prezzo: se è vero che è impossibile trovare prodotti di gamma alta a prezzi bassi, è anche vero che è possibile trovare prodotti scadenti a prezzi esagerati! Alcune ditte propongono prodotti di scarsa qualità a prezzi elevati giocando sul fatto che il costo elevato farà pensare al cliente che ciò sia giustificato dalla qualità; d’altro canto vi sono poi aziende che si ricavano la loro fetta di mercato vendendo a prezzi bassissimi, ed inevitabilmente, dato che ogni azienda deve guadagnare da una vendita, il materiale commercializzato sarà di bassa qualità e nella peggiore delle ipotesi pessima.

Ecco perché la maggior parte dei nostri clienti sono architetti, ingegneri e costruttori edili, soprattutto legati alla bioarchitettura e bioedilizia, che ci seguono da anni e sanno che la nostra azienda, seppur piccola, dimostra la massima serietà, affidabilità e correttezza!

Ma cosa può accadere affidandosi ad aziende improvvisate?

Supponendo la peggiore delle ipotesi, e cioè che un cliente, incentivato da un prezzo troppo conveniente, acquisti un materiale di scarsa qualità che dopo qualche tempo divenga necessario rimuovere perché completamente delaminato e deformato, è possibile stimare il vero danno sommando le seguenti spese:
– il materiale acquistato
– la posa, che normalmente dovrebbero eseguire solo artigiani esperti (posatori di pavimento in legno): 18/20 Euro al m2
– il lavoro di ripristino del massetto, cioè rimuovere il parquet ed ogni traccia di colla riportandolo alle condizioni antecedenti la posa: 10 Euro
– il disagio causato dalla necessità di spostare tutti i mobili, compreso lo smontaggio della cucina
– essere costretti a traslocare per alcuni giorni
– lo stress ed i mal di testa cronici che quanto elencato potrebbe causare, oltre al fatto che, ammesso e non concesso che vi restituiranno i soldi del materiale, molto difficilmente accetteranno di venirvi incontro in tutte le altre spese da voi sostenute che, in taluni casi, saranno addirittura superiori alla spesa del materiale stesso.
Ci sarebbero poi innumerevoli aneddoti su clienti che ci hanno contattato dopo “brutte esperienze” con aziende che fornivano garanzie anche per 25 anni (quando in realtà la legge prevede il limite a tre anni), ma che, quando si presentavano i problemi, risultavano già in cessata attività.

Vale la pena di rischiare?

Probabilmente queste spiegazioni possono risultare noiose, tuttavia , vista la giungla di prezzi e prodotti, ci è sembrato corretto
dare le conoscenze necessarie ai clienti in modo che possano fare le proprie valutazioni.

Le 3 tipologie principali
Volendo dare una descrizione generale delle varie tipologie, possiamo dire che l’Orizzontale ha il tipico nodo del bamboo caratteristico ed esotico, mentre il Verticale lascia intravedere una porzione minore del nodo rimanendo più sobrio, nell’aspetto è simile ad un legno tradizionale.
Lo Strand Woven è molto simile al classico parquet in legno a cui siamo abituati.

Tutte le versioni sono disponibili sia prefinite che prelevigate, nel primo caso i listelli sono già stati levigati industrialmente e vi è già stata applicata la finitura, il parquet quindi andrà solamente posato; nel secondo caso i listelli sono già stati levigati però sono privi di finitura che andrà effettuata dal posatore in corso d’opera (soluzione ideale per i clienti che preferiscono adattare il parquet alle loro esigenze)
Il parquet ArmonyFloor non ha vernici colorate, vi sono due tonalità possibili: il chiaro (miele) è come si presenta al naturale, il carbonizzato assume una colorazione scura simile al noce perché viene cotto (carbonizzato). Naturalmente è possibile acquistare una versione prelevigata ed applicare la finitura che si preferisce (olio naturale, finitura ad acqua, ecc).

Posa su riscaldamento a pavimento
Nel caso si intenda posare il nostro parquet su massetto riscaldato bisogna tener conto che la posa deve essere sempre incollata;
tra le versioni in massello (15/14mm), il bamboo più adatto a tale scopo è il Verticale Carbonizzato o lo Strand Woven Carbonizzato (entrambi termotrattati) se si preferisce un colore scuro-imbrunito; se invece si sta cercando un colore chiaro, la miglior soluzione è lo Strand Woven naturale (10mm) supportato e controbilanciato con 4 mm di strato nobile.

Posa flottante
Per quanto riguardo la posa flottante, ArmonyFloor commercializza un maxi-listone multistrato con incastro Barry (CLIC) appositamente progettato al fine di garantire un’ottima stabilità, che non richiede l’utilizzo di colle. Tale prodotto può essere montato e smontato tranquillamente e permette un notevole risparmio per la posa in quanto è di facile impiego anche per i non addetti ai lavori.

La posa flottante con il parquet di bamboo massello è possibile ma è necessario seguire 2 accorgimenti:
– in corrispondenza di alcune porte va utilizzato il GIUNTO A “T” o GIUNTO DI DILATAZIONE, (il pavimento di bambù massello con incastro Barry-clic autobloccante non è stabile, eppure continua ad essere commercializzato da ditte senza la minima conoscenza non solo del bamboo ma di qualsiasi pavimento in legno.
– ogni ambiente non deve avere larghezza superiore a 5/6 metri (nessun problema per la lunghezza).
Nonostante si tratti di posa flottante sarà necessario utilizzare la colla vinilica nelle sole maschiature di ogni listone.

Cos’ha di tanto speciale il parquet di Bambù che lo rende così imprescindibile come materia prima?

Innanzitutto le sue proprietà meccaniche sono, in alcuni casi, superiori al Ferro. Botanicamente il Bamboo non è un legno ma un’erba, ed appartiene alla famiglia delle graminacee, ricche di fibre con qualità superiori allo stesso ferro per quanto riguarda la resistenza, rimanendo naturalmente molto più flessibile.
Il parquet in Bambù riesce quindi a contraddistinguersi rispetto ai soliti parquet di legno grazie alla sua superficie estremamente dura, all’elevata resistenza e solidità ed a rigonfiamenti e ritiri di molto inferiori al legno tradizionale.
Inoltre, dal punto di vista ambientale, è difficile trovare un sostituto del legno che possa competere con il Bamboo dato che, impiegando poco più di tre anni per maturare, si rigenera senza necessità di essere ripiantato e non richiede uso di fertilizzanti o antiparassitari. In merito alla eccezionale resistenza del materiale, le caratteristiche innate della pianta, associate al trattamento all’ossido di alluminio (AlO3), fanno sì che nella prova di durezza Brinell il nostro pavimento di bambù superi gli altri legni comunemente usati per i parquet.
A titolo di esempio, riportiamo la seguente tabella di comparazione:

TABELLA DUREZZA BRINELL (KG/mm2)

Bamboo “Strand Woven”
9.5 Kg/mm2
Bamboo “Orizzontale” e “Verticale”
4.7 Kg/mm2
Jatoba
4.3 Kg/mm2
Faggio
4.2 Kg/mm2
Merbau
4.1 Kg/mm2
Sucupira
4.1 Kg/mm2
Doussiè
4.0 Kg/mm2
Wengè
4.0 Kg/mm2
Mogano
3.9 Kg/mm2
Guatambù
3.7 Kg/mm2
Iroko
3.5 Kg/mm2
Teak
3.5 Kg/mm2
Quercia (rovere)
3.4 Kg/mm2
Ciliegio
2.9 Kg/mm2
Pino
2.4 Kg/mm2
Castagno
2.3 Kg/mm2

Il parquet bambu Strand Woven
La caratteristica fondamentale per capire se si tratta di un parquet di qualità è la densità: essendo lo Strand Woven realizzato pressando ed incollando assieme fibre di piante diverse, ne consegue che è necessaria la giusta quantità e qualità di materia prima. Detto ciò è importante capire che alcune aziende scelgono, per ovvi motivi economici, di utilizzare piante troppo giovani o troppo vecchie con fibre inadatte alla realizzazione del parquet, oppure tentano di realizzare il prodotto utilizzando meno materia prima, o ancora utilizzando materiali di scarto e colle di scarsa qualità (con basso potere collante e potenzialmente tossiche). Una “politica” del genere di certo ha l’innegabile vantaggio di consentire di immettere nel mercato un prodotto economico, tuttavia tale prodotto sarà soggetto a deformazioni e delaminazioni. Uno dei metodi per capire quale prodotto si stia per acquistare è misurare il peso del listone (maggior peso significa maggiore materia prima impiegata e, di conseguenza,maggior densità), un altro metodo molto valido è di esaminare una sezione di prodotto, nel caso siano presenti dei forellini significherebbe che sono presenti delle “bolle” all’interno del prodotto che, come si avrà capito, indicheranno un prodotto di bassa qualità che probabilmente finirà per sfibrarsi e/o sfilacciarsi. Il nostro Strand Woven è il più pesante che ci sia sul mercato; ovviamente, spendiamo maggiormente sulla materia prima, ma se non lo facessimo, non potremmo garantire la qualità del prodotto

La colla del parquet di bambù
A prescindere dalla tipologia di parquet in bamboo, sia esso Orizzontale, Verticale o Strand Woven, per essere realizzato sarà sempre necessario l’utilizzo di una colla. La colla ha il compito di rendere solidali le vari “asticelle” nelle versioni classiche (orizzontale e verticale) o di amalgamare le varie fibre per quanto riguarda la versione pressata (strand woven). Ne consegue che la colla diviene un aspetto fondamentale nel determinare la qualità di un parquet in bamboo.

Per realizzare un prodotto affidabile è necessario che la colla sia di prima qualità, con buon potere collante ed emissioni di formaldeide nulle o quasi (<0,1 ppm); oltre naturalmente ad essere utilizzata nelle giuste quantità. Come sempre, vi sono aziende che, al fine di abbassare i costi di produzione e quindi poter vendere il prodotto a prezzi inferiori, non rispettano quanto detto precedentemente, utilizzando per esempio, colle più economiche oppure una minore quantità di collante. Tale “strategia” si risolve in un prodotto sicuramente più economico, che però molto probabilmente, sarà soggetto a delaminazioni , ecc. Per evitare brutte sorprese il consiglio è di affidarsi ad aziende serie, di comprovata affidabilità ed in grado di fornire certificazioni. Tutti i nostri prodotti impiegano collanti DINEA, azienda finlandese leader nel settore; inoltre ArmonyFloor verifica tutto il processo produttivo, in modo da aver sempre la certezza che, per realizzare i nostri prodotti, sia stata impiegata la giusta quantità di colla.

La finitura del parquet di bambu
Per quanto riguarda le versioni prefinte, un’altra variabile da considerare per comprendere se si tratta di un parquet di qualità è valutare la finitura impiegata. Il processo di finitura avviene tramite l’applicazione di diversi strati di vernice. Affinché il materiale sia durevole nel tempo è necessario che vengano applicati da un minimo di 5 ad un massimo di 7 strati di vernice. E’ importante inoltre che i macchinari siano efficienti e ben calibrati, in modo da stendere uniformemente la giusta quantità di vernice. La vernice utilizzata deve essere certificata e conforme con quanto previsto dalla normativa europea. Anche in questo caso gli espedienti che molti produttori adottano per poter commercializzare un prodotto a basso prezzo sono facilmente intuibili: risparmieranno sui macchinari, impiegando mezzi obsoleti o improvvisati, e risparmieranno sulla vernice, applicando finiture non certificate e comunque in quantità minore.

Il risultato sarà un prodotto di bassa qualità, con finiture applicate male e composte da vernici scadenti, che inevitabilmente finirà per deteriorarsi molto velocemente (senza contare la possibilità di installare in casa un materiale TOSSICO). ArmonyFloor, lavorando solo con produttori seri, ed essendo sempre in contatto con le catene di produzione tramite collaboratori in loco può sempre garantire che il processo di finitura sia effettuato impiegando vernici certificate nella giusta quantità, al fine di poter proporre un parquet affidabile, sicuro e bello. I nostri parquet prefinti impiegano vernice di produzione tedesca TREFFERT o BONA (leader mondiale sulle finiture), applicata con macchinari costruiti in Europa, la cui emissione di formaldeide è inferiore allo 0,1 ppm, classe E1 (EN 13986), valore di molto inferiore ai parametri stabiliti dalla comunità europea.

prezzi

6 ORIZZONTALI:

  • OCG orizzontale carbonizzato prelevigato massello (grezzo)
  • ONG orizzontale naturale prelevigato massello (grezzo)
  • OCF orizzontale carbonizzato prefinito massello (finito a vernice)
  • OCF-2P orizzontale carbonizzato prefinito 2 strati (finito a vernice)
  • ONF orizzontale naturale prefinito massello (finito a vernice)
  • ONS orizzontale sbiancato prefinito massello (finito a vernice)

7 VERTICALI:

  • VCG verticale carbonizzato prelevigato massello (grezzo)
  • VNG verticale naturale prelevigato massello (grezzo)
  • VCF verticale carbonizzato prefinito massello (finito a vernice)
  • VCF (OIL) verticale carbonizzato preoliato massello (finito ad olio, il posatore dovrà effettuare una finitura finale in fase di posa) in via di esaurimento, a breve disponibile solo su ordinazione
  • VNF verticale naturale prefinito massello (finito a vernice)
  • VNF-2P verticale naturale prefinito 2 strati (finito a vernice)
  • VNS verticale sbiancato prefinito massello (finito a vernice)

10 PRESSATI (disponibili con finitura a vernice):

  • SWC Strand Woven carbonizzato prefinito massello (bambù pressato)
  • SWN Strand Woven naturale prefinito massello (bambù pressato)
  • SWNS-B Strand Woven sbiancato spazzolato prefinito massello (bambù pressato)
  • SWN-2P Strand Woven naturale prefinito 2 Strati (per riscaldamento a pavimento)
  • SWC-M Strand Woven carbonizzato Maxi-Plancia (per posa incollata–massello m/f)
  • SWN-M Strand Woven naturale Maxi-Plancia (per posa incollata–massello m/f)
  • SWNS-M Strand Woven sbiancato Maxi-Plancia (per posa incollata–massello m/f)
  • SWN-MP Strand Woven naturale Maxi-Plancia (per posa flottante – clic system)
  • SWC-MP Strand Woven carbonizzato Maxi-Plancia (per posa flottante – clic system)
  • OUTDOOR Strand Woven carbonizzato per esterni Maxi-Plancia (posa con clips e magatelli)

10 motivi per cui scegliere il PARQUET DI BAMBOO BAMBU ARMONY FLOOR

1) AMICO DELL’AMBIENTE E SALUTARE:
– il bambù è un prodotto ecologico e sostenibile raccolto in foreste controllate, una volta tagliato alla radice, continua a germogliare ed in poco più di tre anni raggiunge nuovamente 30 m. d’altezza. Consegue la maturità per il taglio tra i 4 e i 5 anni contro i 60/70 della quercia da rovere;
– parecchi studi dimostrano che il bambù è la pianta che durante la crescita produce in assoluto la maggior quantità di ossigeno e di conseguenza elimina la maggior quantità di CO2;
– la lavorazione ottenuta utilizzando adesivi privi di formaldeide rende i prodotti più salutari ed ecologici.

2) ESTREMAMENTE RESISTENTE E DUREVOLE:
– il bambù “Orizzontale e Verticale” è il 27% più duro della quercia rossa e il 13% più dell’acero rupestre;
– il bambù “Strand woven” è il 150 % più duro del rovere, CERTIFICATO!!
– stabilità dimensionale (meno contrazione ed espansione).

3) UN SICURO INVESTIMENTO A LUNGO TERMINE:
– aumenta di gran lunga il valore della tua casa;
– garanzia a vita contro la delaminazione;
– il miglior rapporto qualità/prezzo.

4) ECONOMICO E FACILE DA MANTENERE:
– richiede meno cura del materiale da pavimentazione in legno tradizionale;
– non è richiesta inceratura per la manutenzione.

5) QUALITA’ DI FABBRICA SUPERIORE:
– gradazioni di colore uniforme;
– spessore e larghezza uniforme;
– giunture uniformi a MICRO-V (bordo semplice), linguetta perfetta e scanalature adatte;

6) BEN 7 STRATI DI RICOPRIMENTO AD ALTA TECNOLOGIA CON FINITURA IN POLIURETANO ESPOSTA A RADIAZIONI ULTRAVIOLETTE E CON OSSIDO DI ALLUMINIO;

7) PARQUET CERTIFICATO:

ISO14001  ISO9001  E1-hcho  co2-neutral      WWF Vernici-TreffertVernici-BonaNWFA

8) ASSISTENZA POST VENDITA GRATUITA PER SEMPRE;

9) CAMPIONI GRATUITI DEI NOSTRI PARQUET ENTRO 48 ORE;

10) SERVIZIO DI POSA IN TUTTA ITALIA!

 

4 consigli su come scegliere il parquet in bambu:

” valutare sempre il rapporto qualità-prezzo,
” evitare prezzi stracciati, qualsiasi azienda deve fare un minimo di ricarico, se un prezzo risulta fuori mercato è probabile che ci siano brutte sorprese in arrivo.
” affidarsi sempre a ditte nazionali ed affidabili e che sappiano fornire il giusto supporto nella risoluzione di qualsiasi problema.
” ordinare sempre dei campioni in modo da poter fare le dovute valutazioni sulla qualità del materiale (assicurandosi che sia lo stesso che verrà fornito in caso di acquisto).

ARMONY FLOOR SRL – Via Piane, 30 – 47853 CORIANO (RN) ITALIA
Tel 0541 657682 Fax 0541 656883 – P.IVA: 04211690401
Visita il sito per i parquet in Bambù